Login | Guestbook | Immagini | Downloads | Mappa | 20 utenti on line
MENU

   Home
   Contattaci
   Chi Siamo
   Job oppurtunities


Rubriche

   Arte
   Cinema
   Eventi
   Libri
   Moda
   Mondomedi@
   Spettacolo
   Televisione
   Web Television


Pittori

   Galleria Digitale
   Giovani Promesse
   Maestri
   Nuovi Talenti


Archivio

   Archivio 2001- 2006


Multimedia

   Audio Interviste
   Video


 
Figlio di Dio

Udskriv SidenStampa Send denne side til en venInvia ad un amico 

L’evoluzione del male,
“Figlio di Dio” di C. Mccarthy

L’inquietante storia di Lester Ballard, da innoquo “scemo del villaggio” a serial killer in un quadro americano dominato dai toni e dai colori della violenza.
Danila Bigazzi

   

a

L’inquietante storia di Lester Ballard, da innoquo “scemo del villaggio” a serial killer in un quadro americano dominato dai toni e dai colori della violenza. Questo il tema principale di Figlio di Dio di Cormac McCarthy, pubblicato da Einaudi. Lester Ballard sarebbe stato uno dei tanti poveri ingoranti contadini della contea di Sevier, Tennessee, solitario, zotico, anonimo, se non fosse stato….Lester Ballard! In questa terra inospitale la gente è abituata a tutto e la violenza e l’ignoranza sono la normalità. Tuttavia le scimmiesche fattezze di Ballard che si aggira nei boschi indossando eccentrici abiti femminili, scuotono la cittadina.

Cormac McCarthy  

“ Non lo so. Dicono che non fu mai più  a posto con la testa, dopo che suo padre si ammazzò. Lui era l’unico figlio. La madre era scappata non so dove o con chi. Fummo io e Cecil Edwards a tagliare la fune. Lester entrò nell’emporio e disse quella cosa con lo stesso tono con cui uno direbbe che fuori sta piovendo. Noi andammo là entrammo nel fienile e io vidi i piedi di suo padre a mezz’aria”- Da questo non trascurabile “incipt” sarà tutto un crescendo di stranezze e perversioni. Nel breve lasso  di tempo che separa una stagione dall’altra, Ballard si trasforma da cacciatore di scoiattoli a predatore di fanciulle. Sociopatico serial killer, amorevole necrofilo, collezionista di cadaveri, le sue imprese riemergono dalle voci di un frastagliato gruppo di personaggi che, di volta in volta, ricompongono questo  misterioso mosaico di omicidi senza senso.

 

Cormac McCarthy

Scabroso e delicato al tempo stesso, questo avvincente  romanzo ci riporta ad un America violenta e rurale abbandonata a se stessa , dove stupri, linciaggi ed impiccagioni sono all’ordine del giorno. Non sembra certo quello stereotipo di paese libero e civile a cui tutti occhieggiamo. Cormac McCarthy vive a El Paso, Texas, nato nel 1933 ha pubblicato con Enaudi Il guardiano del frutteto, Il buio fuori, Meridiano di sangue, La trilogia della frontiera, Non è un paese per vecchi recentemente portato sugli schermi cinematografici da Joel e Ethan Coen e La strada, con il quale ha vinto il premio Pulitzer 2007.
Danila Bigazzi