Login | Guestbook | Immagini | Downloads | Mappa | 24 utenti on line
MENU

   Home
   Contattaci
   Chi Siamo
   Job oppurtunities


Rubriche

   Arte
   Cinema
   Eventi
   Libri
   Moda
   Mondomedi@
   Spettacolo
   Televisione
   Web Television


Pittori

   Galleria Digitale
   Giovani Promesse
   Maestri
   Nuovi Talenti


Archivio

   Archivio 2001- 2006


Multimedia

   Audio Interviste
   Video


 
Visum incontra Pino Quartullo

Udskriv SidenStampa Send denne side til en venInvia ad un amico 

Pagine Correlate:
Una felice chiamata per Pino Quartullo

 

Visum incontra Pino Quartullo

E’ in scena alla Sala Umberto di Roma, fino al 25 maggio, la divertente commedia scritta da Josiane Balasko, Ultima chiamata, che vede protagonisti Pino Quartullo e Paola Tiziana Cruciali. Visum ha incontrato il protagonista maschile.
Giancarlo Leone

 

 

a

Lui è Alex Martini, una pop star all’apice del successo. Affabile e romantico sul palco, nella realtà è un uomo arrogante e nevrotico, convinto che a lui tutto sia permesso. Ma una sera rientrando nel suo hotel, dopo un concerto, trova nella sua camera, realtà o immaginazione, Jenny, una curiosa signora apparsa dal nulla che gli dimostrerà l’esatto contrario.
   
Grazie a questo incontro Alex imparerà che, in certe situazioni, essere ricchi e famosi serve a ben poco. Lui è il simpatico Pino Quartullo, lei è Paola Tiziana Cruciani. Fino al 25 maggio, hanno debuttato alla Sala Umberto di Roma nella commedia di Josiane Balasko, Ultima chiamata, di cui Quartullo cura anche la regia. Una pièce molto divertente, dove si ride tanto, pur parlando di morte, Woody Allen docet.

 
Ciò che vive il protagonista nella commedia, potrebbe capitare a qualsiasi persona - racconta Quartullo - in un momento dove non si capisce bene se lui sta per morire o no, intanto cerca di lottare per rimanere in vita e poi riflette sul passato, sulle cose che ha fatto, sulle occasioni perdute, sugli egoismi nei confronti degli altri. Mi identifico molto in questo spettacolo – conclude - perché per il mio lavoro trascuro gli affetti, gli amici, vorrei stare di più con mia figlia”.

 

Nella realtà, comunque Pino Quartullo, è ben diverso da quell’Alex.
Sono molto generoso, troppo buono, non mi faccio rispettare. Dovrei essere più esigente, più fermo nelle decisioni e io non lo sono. Mi fido molto degli altri - sottolinea - di alcune persone e poi rimango deluso”.
Tra i progetti futuri dell’attore, tre partecipazioni ad altrettante fiction, Amiche mie, accanto alla Buy, Provaci ancora Prof 3 con la Pivetti, Distretto di polizia, dove interpreta sé stesso, un attore un po’ strano in mezzo ai poliziotti.
Giancarlo Leone