Login | Guestbook | Immagini | Downloads | Mappa | 22 utenti on line
MENU

   Home
   Contattaci
   Chi Siamo
   Job oppurtunities


Rubriche

   Arte
   Cinema
   Eventi
   Libri
   Moda
   Mondomedi@
   Spettacolo
   Televisione
   Web Television


Pittori

   Galleria Digitale
   Giovani Promesse
   Maestri
   Nuovi Talenti


Archivio

   Archivio 2001- 2006


Multimedia

   Audio Interviste
   Video


 
Woody Allen a Cannes

Udskriv SidenStampa Send denne side til en venInvia ad un amico 

Pagine Correlate:
La presentazione del Festival di Cannes 2008
Le anticipazioni del Festival di Cannes 2008
Il film di Cannes in anteprima
Blindess inaugura, Cannes 2008
Kung fu Panda presentato a Cannes
La giuria del Festival di Cannes
Woody Allen a Cannes
La seconda giornata del festival di Cannes
Un week-end di proiezioni e glamour al festival di Cannes
Sangue pazzo presentato a Cannes
Cannes festeggia Manoel De Olivera
Clint Eastwood a Cannes con The Exchange
Nanni Moretti al festival di Cannes

Woody Allen a Cannes

Spumeggiante come una coppa di champagne l’ultimo film di Woody Allen fuori concorso qui a Cannes ti fa un po’ pensare un po’ a Manhattan e un po’ a Annie Hall. Vichy Cristina Barcelona e’ quasi un rebus, un titolo telegrafico in tre parole per immergervi nell’azione. Certo vederlo aiuta, ma anche senza avere un QI da genio si puo’ immaginare che si tratti del nome di due ragazze, bravi fin qui tutto bene, Vichy (Rebecca Hall) e Cristina (Scarlett Johansson) che da brave americane decidono di fare una vacanza a Barcellona.
Mariangiola Castrovilli

Woody Allen e la moglie con Penelope Cruz

 

a

Caratteri antitetici, tanto e’ quadrata, riflessiva Vichy che sta per sposarsi, quanto e’ invece alla perenne ricerca di qualcosa eccitante che le faccia battere il cuore per piu’ di 30secondi e che non trova, Cristina.
Woody Allen e la moglie con Penelope Cruz  
Terza protagonista la citta’ di Barcellona o meglio alcuni sobborghi che qui vediamo inquadrati e scoperti a poco a poco come si fa con una bella donna che si vuole conquistare. E poi c’e’ il piu’ che sexy Juan Antonio(Xavier Bardem), pittore rinomato dalle storie chiacchierate, soprattutto per essere stato accoltellato dalla sua ex moglie.

Sequenza del film Vichy Cristina Barcelona
Juan Antonio e’ intrigante, coinvolgente e pieno di charme anche nel suo modo di domandare sfrontatamente alle due fanciulle di dividere insieme il suo letto ad Oviedo a due ore di volo, dove c’e’ una statua che merita il viaggio….

Penelope Cruz

Per farla breve tutte e due soccomberanno al fascino di Antonio, Vichy solo per una notte anche perche’ le nozze incombono e lei non ne e’piu’ cosi’ sicura, Cristina invece molto piu’ a lungo fino a quando la situazione precipita con il ritorno di Maria Helena, una Penelope Cruz piu’ in forma che mai.

Penelope Cruz

Scoppiettante, divertente, imprevedibile il primo film spagnolo di Woody Allen regala 156 minuti di godimento puro in una girandola di emozioni e sensazioni. Ed il triangolo che alla fine si costituira’, lungi dall’essere quello tradizionale e’ qualcosa che ridona un equilibrio alla coppia Bardem-Cruz che si sta ricostituendo, perche’ per il loro amore tempestoso l’elemento mancante e’ la presenza di una donna come Cristina a fare da cartina di tornasole.

Scarlett Johansson

Una colonna sonora perfetta, Barcelona con la voce sensuale di Giulia e i Tellarini per una storia romantica che Woody Allen aveva in mente gia’ da molto tempo, pensando pero’ “che l’intreccio si svolgesse in una citta’ come Barcellona, dall’atmosfera particolare, quasi magica”.

Javier Bardem

Allen, lei ha lavorato gia’ tre volte con la Johannson…diventera’ la sua attrice preferita, come un tempo Diane Kiton ?
Scarlet e’ unica ed ha tutto, la bellezza il talento e l’intelligenza ma il film l’ho scritto pensando a Bardem e alla Cruz”.

Woody Allen con la moglie, Penelope Cruz e Rebecca Hall

Bardem, simpatico e sfrontato ma profondamente umano, ha una maniera tutta sua nel film di affrontare la vita, e’ lui il prototipo dell’amante latino?
No, e’ un personaggio di fantasia, molto virile e piu’ grande della vita stessa. Il suo modo di vivere e’ pero’ appassionato, generoso, aperto . Credo che molti vorrebbero essere come lui. Nella vita reale pero’ sarebbero persone molto difficili da sopportare anche per i problemi che creano attorno a loro”.
Mariangiola Castrovilli

Woody Allen